Come escludere il tuo traffico dalle statistiche di Google Analytics

Visitare il proprio sito web ed analizzare i contenuti, provare a cliccare vari link, testare i funnel. Questo è quello che dobbiamo fare molto spesso. Però, però.. dobbiamo stare attenti a non inquinare le statistiche di Google Analytics (tra parentesi, se non usi Google Analytics, ti consiglio di installarlo perchè è uno strumento fondamentale).

Infatti a meno che escludiamo le nostre visite, anche esse verranno contate.

Esistono vari sistemi per evitare che Google Analytics includa le nostre visite nelle statistiche del sito.

Metodo più immediato: escludere l’IP nei settaggi di Analytics. Come? Da Analytics, clicca “Amministrazione

Dashboard di amministrazione Google Analytics

Da qui clicca “Filtri” nell’ultima colonna. Clicca “Aggiungi filtro” e puoi dare il nome “Escludi il mio traffico”, seleziona “Escludi” -> “Traffico dagli indirizzi IP” -> “che inizia con” ed inserisci le prime 2 cifre del tuo IP. Il tuo IP lo puoi trovare su whatismyipaddress.com.

Aggiunta filtro IP in Google Analytics

Questo sistema è però inutile se hai un IP dinamico, come succede molto spesso. Ad esempio io ho un indirizzo IP che cambia ad ogni connessione. Come scoprire se hai un IP dinamico? Vai su whatismyipaddress.com e segnati l’indirizzo che hai oggi. Torna su quel sito domani, e vedi se è cambiato.

Se è cambiato di poco, ovvero magari cambia solo l’ultima quartina dell’indirizzo, puoi ancora usare questo sistema. Assicurati ogni tanto che l’IP non sia però completamente cambiato, per evitare di alterare i dati.

Se il tuo caso è come il mio, ovvero usi quasi sempre Google Chrome, sei parte di uno staff formato da una sola persona, ovvero lavori in autonomia, il miglior sistema che ho trovato è installare una estensione in Chrome.

Se non sai cosa è una estensione di Chrome, è presto detto: aggiunge funzionalità che Chrome non fornisce, in quanto si concentra sulle funzionalità chiave. Esempi di estensioni Chrome che io uso sono:

  • AdBlock
  • Ghostery
  • HTTPS Everywhere
  • Save to Pocket
  • CSS Editor

Ognuna di queste svolge una funzione molto importante, alcune le uso solo saltuariamente, altre sono essenziali come AdBlock e Ghostery per una “sana” navigazione.

L’estensione che in particolare ci interessa si chiama, opportunamente, “Block Yourself from Analytics“. Come installarla? Dirigiti su questa pagina e clicca il pulsante “Add to Chrome” (o “Aggiungi a Chrome” se lo usi in italiano).

A questo punto i giochi sono quasi fatti. Clicca la piccola icona che è stata aggiunta alla toolbar di Chrome, e seleziona “Options“.

Compare una semplice schermata dove puoi inserire uno o più domini dove Google Analytics deve essere disattivato.

Escludere il tuo traffico dalle statistiche di Google Analytics

Una volta inseriti i nomi di dominio che vuoi escludere, clicca “Save” per applicare le tue modifiche.

A questo punto prova a visitare il sito su cui hai vietato Google Analytics, e vedrai l’icona in alto colorarsi e mostrare un piccolo segnale di divieto, segno che il collegamento a Google Analytics è stato bloccato.

Il sistema funziona anche se siete in 2-3 persone a collegarvi, l’importante è che tutti usino questo accorgimento.

Non sono al corrente di simili addons per Firefox o per Safari, né per Edge, magari esistono ma non usando questi browser (se non per testing) non saprei consigliare.

Entrambi questi sistemi funzionano sia che tu usi WordPress o qualsiasi altra piattaforma, in quanto sono attivati su un livello diverso: il primo direttamente in Analytics, il secondo sul tuo browser, il quale bloccando la richiesta a Google previene “sul fronte” il problema.

Scarica subito la guida gratuita con tutti i passi per impostare al meglio Google Analytics

10 anni di esperienza con Google Analytics condensati in un ebook gratuito, non perdere l'occasione!

Odiamo lo spam, per cui stai tranquillo Powered by ConvertKit